Gasparri, ode a Totti: “non si strappa una bandiera”

L'ode a Totti di Gasparri dopo l'addio alla Roma dell'ex capitano giallorosso

“Di Pallotta ci siam rotti preferiamo tutti Totti, non si strappa una bandiera, è indignata Roma intera. Già subimmo da Spalletti tonnellate di dispetti, poi si aggiunse anche Baldini mente oscura dei casini”. E’ l’inizio dell”Ode a Totti‘ di Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia e tifoso giallorosso letta a ‘Un giorno da pecora’. “Roma vince raramente, ma una cosa vuol la gente: che sian sempre rispettati i campion che qui son nati. Ma Pallotta bostoniano è feroce e disumano. Tutto ciò che è romanista lo cancella dalla vista, se potesse il Colosseo cederebbe sto babbeo. Lui Florenzi vuol mandare via da qui per incassare dei quattrini per lucrare e lo stadio edificare. Pensa solo lui ai mattoni, pronto a vendere i campioni. Ha oltraggiato anche De Rossi, capitan dei giallorossi. Roma freme, soffre e sbotta e non vuole più Pallotta”.