Mondiale Femminile, Gravina: “Ragazze straordinarie, è in atto una rivoluzione culturale”

Mondiale Femminile - Anche Gravina è entusiasta del successo di ieri ai Mondiali di Francia: il numero uno della FIGC gongola ed esalta le ragazze azzurre

Anche Gravina è entusiasta del successo all’esordio dell’Italia Femminile ai Mondiali di Francia. Il numero uno della FIGC gongola ed esalta le ragazze azzurre. Ecco le sue parole ai microfoni di RTL 102.5.

Questo è il calcio che noi amiamo, quello che dobbiamo rilanciare, quello che dobbiamo far riscoprire perché credo che il calcio vissuto così riveli tutte le sue splendide dimensioni. Queste ragazze ieri sono state straordinarie e tantissimi italiani hanno avuto la possibilità di vivere delle emozioni che non ricordavamo da diverso tempo e quindi dobbiamo sicuramente elogiarle, dobbiamo capire quanto in questo momento sia importante valorizzare quanto di bello c’è intorno questo splendido gioco. Il calcio è un gioco che non può conoscere differenze di genere e poi devo dire che, così come avevamo preannunciato e auspicato alla vigilia, queste ragazze e il calcio femminile possono trasferire a quell’altro calcio che ha sempre dominato le scene, una maggiore sensibilità, una maggiore serenità sotto il profilo della vivibilità di questo mondo, allontanando una serie di tensioni. Siamo in presenza di una rivoluzione culturale, in Francia tutte le gare hanno già fatto il tutto esaurito. Qualcosa avevamo già iniziato a viverlo anche in Italia per qualche evento a fine stagione, dobbiamo continuare su questa strada“.

Poi Gravina si sofferma anche sulla Super Champions: “I nostri campionati vanno difesi rispetto alla grande dimensione economica, ma ci sono altri interessi che meritano sicuramente maggiore tutela. Non serve andare a muso duro, bisogna avere le idee e confrontarsi sapendo che ci sono delle situazioni che devono comunque trovare una sintesi e conciliarsi nel modo possibile non dimenticando che il gioco del calcio non è un gioco per pochi“.