Coppa d’Africa, questa sera la finale: nuova stretta sulla sicurezza in Francia

Coppa d'Africa, nuova stretta sulla sicurezza in Francia in vista della finale di questa sera tra Senegal e Algeria: l'obiettivo è evitare altri disordini

C’è un po’ di paura e tensione, in Francia, in vista della finale di Coppa d’Africa di questa sera tra Senegal e Algeria. Timori che nascono in seguito agli incidenti, i danneggiamenti e i saccheggi che hanno macchiato i festeggiamenti dei tifosi algerini a Parigi e in altre città del Paese.

A tal proposito, nuova stretta sulla sicurezza per evitare disordini. Come per la semifinale del 14 luglio contro la Nigeria, il ministro francese dell’Interno, Christophe Castaner, ha annunciato un dispiegamento di 2.500 uomini in alcune zone sensibili della capitale e del suo hinterland, come l’avenue degli Champs-Elyse’es, il quartiere di Barbe’s o la banlieue Saint-Denis. Dispositivo speciale per il match dell’Algeria anche in altre città come Marsiglia, dove verranno schierati 500 agenti, e a Lione. La cittadina di Montbèliard ha addirittura decretato un coprifuoco in diversi quartieri per i “minori di 14 anni” non accompagnati. Il coprifuoco sarà attivo dalle 22 alle 8 del mattino. Domenica scorsa sono state 282 le persone fermate per gli incidenti a margine delle celebrazioni per la qualificazione dell’Algeria alla finalissima di questa sera al Cairo e le festività per la Festa Nazionale francese del 14 luglio.