Psg, nuovo scandalo: nel mirino il trasferimento di Pastore, spinosa anche la situazione Neymar

Situazione sempre più delicata in casa Psg, nuovo scandalo che riguarda il trasferimento di Pastore

Nuovo scandalo che riguarda il Psg, il presidente Nasser Al-Khelaifi potrebbe infatti aver violato i regolamenti Fifa relativi al pagamento dell’agente di Javier Pastore, Marcelo Simonian in relazione al trasferimento del 2011. Come riporta il Guardian il numero uno del club parigino avrebbe firmato una lettera che aveva come destinatario il capo dello staff dello sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani chiedendo due milioni di euro al procuratore di Pastore, nel dettaglio la richiesta sarebbe avvenuta quando il centrocampista argentino si è trasferito dal Palermo al Psg per 40 milioni di euro più bonus. Secondo il regolamento è vietato per un presidente pagare personalmente un agente, secondo l’articolo 7 del regolamento Fifa per gli intermediari, “qualsiasi pagamento per i servizi di un intermediario deve essere effettuato esclusivamente dal cliente dell’intermediario all’intermediario”. Il Psg ha risposto dichiarando come sia stata diffusa “un’enorme quantita’ di informazioni fuorvianti”.

Altra situazione spinosa è quella che riguarda il futuro di Naymar. Affare ‘complicato’, è quanto riporta il direttore sportivo del Psg, Leonardo sul possibile passaggio del brasiliano al Barcellona, lo riferisce ‘L’Equipe. Nell’incontro odierno secondo il quotidiano ‘Sport’ Neymar avrebbe ribadito la sua intenzione di lasciare il Psg.

Sempre sul fronte mercato il Paris Saint-Germain è vicina ad assicurarsi il giovane difensore francese Abdou Diallo dal Borussia Dortmund, operazione da 32 milioni di euro per il 23enne centrale transalpino.