Torino, portato via l’archivio: la coltellata arriva da un “amico”, persi 10 anni di lavoro [DETTAGLI]

Incredibile danno per il Torino. Gianluca Petrachi, passato alla Roma, avrebbe portato via l'archivio dei calciatori analizzati in dieci anni di granata

Dieci anni di lavoro. Dieci anni di giocatori seguiti in giro per il mondo, stilando schede approfondite su ognuno di loro, un archivio di dati che si protraeva dal 2009, anno in cui Gianluca Petrachi sposò il progetto del Torino di Urbano Cairo. Oggi, tutto questo è andato perso, o almeno lo è per i granata. Già, perché a portar via questa indispensabile banca dati sarebbe stato lo stesso Petrachi, insieme ai collaboratori portatosi a Roma: Pantaleo Longo e Antonio Cavallo. Un ingente danno per la società. Milioni e milioni di video, calciatori suddivisi per caratteristiche, per nazionalità. Tutto questo è azzerato. Tutto da rifare per il nuovo direttore sportivo Bava e i suoi collaboratori. Spetterà ora a Mario Storgato, nuovo talent scout del Torino e a Marco Rizzieri, già granata, ripartire da capo, rianalizzare tutto. Un lavoro immane che non si ricostruirà in pochi mesi. Ma ciò che fa più male ai vertici e ai tifosi granata è che la coltellata arrivi da uno che fino a pochi giorni fa era un “amico”. Essere colpiti a tradimento da chi lavora per te non è bello, è una mancanza di rispetto verso chi ti ha dato la possibilità di affermarti e puntare più in alto. Anche se Petrachi, o chi per lui, considerasse proprie quelle schede, questa è una caduta di stile che si poteva evitare.

Torino, trasloco per il preliminare di Europa League: si pensa alla Dacia Arena [DETTAGLI]