Stupro Cristiano Ronaldo, gli avvocati svelano un retroscena sul caso Mayorga

Spunta un retroscena sul caso dello stupro di Cristiano Ronaldo. Gli avvocati del portoghese hanno ammesso per la prima volta il pagamento della vittima

Gli avvocati dell’attaccante della Juventus, Cristiano Ronaldo, hanno ammesso per la prima volta che nel 2010 trovarono un accordo privato con Kathryn Mayorga, la donna statunitense che aveva accusato CR7 di averla stuprata a Las Vegas nel 2009. In cambio di un pagamento di 375.000 dollari la donna si impegnava a non parlare dell’accaduto e a non sporgere denuncia. Lo riporta la Cnn, aggiungendo che i legali del 5 volte pallone d’oro hanno aggiunto che non ci sono prove che facciano pensare che al momento della firma dell’accordo Mayorga non fosse in pieno possesso delle sue capacità mentali, come invece sostenuto dalla donna.