Genoa, Andreazzoli alla vigilia: indicazioni sugli uomini e sul modulo

L'allenatore del Genoa Aurelio Andreazzoli ha incontrato i giornalisti alla vigilia del'anticipo di Cagliari: le sue parole in conferenza

“I numeri dicono che sotto ogni aspetto con l’Atalanta abbiamo giocato alla pari. Secondo me in alcuni ambiti li abbiamo anche superati. Passata la nottata abbiamo cancellato le amarezze, io ho anche ringraziato i ragazzi”. Sono le parole in conferenza stampa del tecnico del Genoa Aurelio Andreazzoli alla vigilia del match di domani in casa del Cagliari. “Le insidie che affrontiamo contro in Sardegna sono le stesse che i rossoblu avranno contro di noi. Considererò che si giocano 3 partite in 10 giorni. Abbiamo un gruppo ampio e di cui sono soddisfatto. Ho fiducia in ognuno dei ragazzi. Noi dobbiamo sempre provare a vincere, costruire una mentalità che ci porti a cercare sempre i tre punti. Credo che la strada sia quella giusta. Sappiamo che ci sono dazi da pagare, ma aspettiamo il momento di riscuotere. Siamo al cospetto di un campionato molto arduo: tutti hanno difficoltà. Credo che ogni gara debba essere interpretata al massimo. La consapevolezza che anche le cosiddette piccole vogliano giocare bene alza il livello del torneo”.

“Credo che Schone e Radovanovic siano complementari e che entrambi traggano giovamento dalla presenza dell’altro. Per quel che riguarda i discorsi tattici quando abbiamo bisogno siamo disponibili a cambiare modulo e passare a difendere anche a 4. Ci alleneremo su più sistemi, perché una squadra deve poter perseguire più strade. Non abbiamo nessun problema di ordine fisico. Non so dare stime sul recupero di Sturaro, ma il suo iter procede bene e senza intoppi. Ho trovato bene Saponara quando è entrato, ha dato quello che ci aspettiamo da lui e per questo sono soddisfatto. E’ una nostra arma in più e le sensazioni sono buone”.