Italia Under 21, Nicolato: “Il nostro sarà un lavoro lungo, che parte da lontano. Kean e Zaniolo…”

Riparte un nuovo ciclo per l'Italia Under 21, che ha affidato le chiavi di commissario tecnico a Nicolato: le sue parole sugli azzurrini

L’Under 21 è un mix tra giocatori che hanno fatto l’Under 20 e altri che stanno iniziando a fare esperienza nelle massime serie. E’ un lavoro lungo, che arriva da lontano e speriamo di portarlo avanti nel miglior modo possibile”. Queste le parole del ct dell’Under 21 Paolo Nicolato, intervenuto ai microfoni di Radio Anch’Io Sport su Radio 1.

“Il nostro girone di qualificazione? Non sarà semplice, ci sono squadre in crescita come l’Irlanda, la Svezia che è una formazione di buon livello. Non è scontato, dobbiamo cercare di migliorarci con i modi giusti di stare in campo. La nostra crescita? Sono ragazzi che devono fare un certo tipo di percorso, capire che l’attività va svolta in un certo modo imparando dagli errori. Il problema sarebbe non imparare dagli errori. Ma io credo in loro. Poi i risultati non dipendono solo dalle nostre qualità, bisogna coltivare uomini per svolgere il lavoro nel miglior modo possibile. Kean e Zaniolo? Tutto è nelle loro mani, hanno talento e qualità. Spetta a loro comportarsi in un certo modo, non sono tante le regole ma vanno rispettate. Zaniolo penso possa fare qualsiasi ruolo in campo, è un giocatore tecnico e resistente”.