Juventus-Verona, parola agli allenatori: Sarri ‘rimanda’ i suoi, Juric soddisfatto

Juventus-Verona finisce 2-1 per i bianconeri, al termine del match le parole degli allenatori Sarri e Juric ai microfoni di Sky Sport

Juventus-Verona finisce 2-1 per i bianconeri, che hanno dovuto faticare più del previsto per battere gli scaligeri. Al termine del match, le parole a Sky Sport dei due tecnici Sarri e Juric.

SARRI“Stanchezza mentale? Può darsi. Devi scaricare una partita in cui hai espresso molto e devi caricarne subito in altra. Cambiando molto si cambiano gli equilibri e infatti si è fatta una partita a sprazzi. Dybala ha fatto una buonissima partita, Ramsey deve ancora adattarsi ma penso sia abbastanza normale. Il nostro centrocampista centrale marcato a uomo poteva fare qualcosa in più in costruzione. Cambiando due uomini su tre a centrocampo si rischia di perdere qualche meccanismo. Siamo in fase di costruzione, si perde la tendenza a difendere in avanti. Per una squadra che vuole giocare come noi questo è pericoloso. Abbiamo la necessità di rimanere più corti, altrimenti con il centrocampo a cinque rischi di arrivare tardi e rimanere a metà strada. Nelle pressioni sui tre difensori dovevamo essere più ordinati, oggi le distanze non erano quelle giuste. Ma oggi abbiamo trovato una squadra in salute, andare sotto e poi ribaltare la partita non è stato semplice. Colpa della Champions? Penso sia un discorso di energie mentali. Quando giochi la Champions c’è una partita prima e una post, in tre mesi non puoi sbagliare 12 partite. E’ importante aver fatto punti, siamo stati bravi a ribaltare una partita che si era fatta difficile. Nel secondo abbiamo lasciato la sfida aperta, potevamo gestire meglio la palla. Migliorare la linea difensiva richiede tempo, ad Empoli abbiamo preso 25 gol nelle prime 9 partite. A Napoli abbiamo sofferto i primi due-tre mesi, la squadra non ha serenità nell’uscire da dietro quando ci pressano. Il Napoli era simmetrico, questa squadra è diversa. La linea deve migliorare nei movimenti, lo so benissimo”.

JURIC“Abbiamo fatto una bella prestazione, volevamo fare una partita così senza pensare solo a difenderci. Siamo riusciti a fare quasi tutto, una sconfitta che non meritiamo. A lunghi tratti abbiamo dominato la gara. Sia oggi che contro il Milan se c’era una squadra che meritava di vincere, era l’Hellas Verona. Due ottime prestazioni in cui purtroppo non siamo riusciti a portare a casa punti. Veloso? Miguel sta bene, è venuto con grande voglia, lo vedo bene, molto coinvolto e oggi ha fatto una bella prestazione. Fino adesso i ragazzi stanno facendo bene. Penso in attacco potevamo fare qualcosa in più, abbiamo perso qualche palla banale ma abbiamo giocato bene tecnicamente. Amrabat è un buon giocatore, in fase di crescita. era il nostro obiettivo dall’inizio del mercato. Anche tatticamente e’ molto bravo, sta facendo bene”.