Le notizie del giorno – Cori tifosi Lazio contro la mamma di Zaniolo, clamorosa decisione di Neymar

Le notizie del giorno - In primo piano i cori dei tifosi della Lazio contro la mamma di Zaniolo prima del derby e la clamorosa decisione di Neymar

CalcioWeb

CORI TIFOSI LAZIO CONTRO LA MAMMA DI ZANIOLO – Clima tutt’altro che tranquillo a Roma per il derby, in programma alle 18. Cori, fumogeni e bandiere a Ponte Milvio dove si stanno già radunando i primi tifosi della Lazio diretti allo stadio. Fischi si sono sollevati da un gruppo di supporter biancocelesti al passaggio di un blindato della polizia. I tifosi stanno intonando cori contro la Roma e alcuni stanno accendendo fumogeni blu. Tutta l’area dello stadio Olimpico è presidiata dalle forze dell’ordine. Il piano sicurezza è scattato già ieri sera con bonifiche e controlli. La Nord, dopo la coreografia per Fabrizio Piscitelli, il leader degli Irriducibili ucciso a Roma il 7 agosto scorso, resterà in silenzio per i primi 45 minuti della partita, come era stato già deciso prima dell’omicidio dal leader della curva Nord. Non è mancato il solito repertorio dei cori, da “La mamma di Zaniolo è una p…”, intonato a più riprese contro la mamma del giocatore della Roma, a “Romanista ebreo”.

Lazio-Roma, cori e fumogeni vicino allo stadio: “Romanista ebreo e la mamma di Zaniolo è una p…” [VIDEO]

CLAMOROSA DECISIONE DI NEYMAR – La vicenda che lo sta coinvolgendo, per tempistiche e colpi di scena, rischia di competere con quella tra Icardi e l’Inter, seppur le situazioni siano diverse. Continui capovolgimenti di fronte, ufficialità quasi pronte, rifiuti dell’ultim’ora. Neymar sembrava finalmente ad un passo dal Barcellona, ma adesso un’ulteriore notizia clamorosa. Secondo quanto scrive l’Equipe, infatti, l’asso brasiliano avrebbe deciso di rimanere al PSG. “Di fronte all’attuale impossibilità di chiudere le trattative per il proprio trasferimento a Barcellona, l’attaccante brasiliano ha annunciato ai familiari che ha deciso di terminare la stagione al Psg”. Questo quanto scrive il quotidiano online transalpino.

 

 

Condividi