Atalanta-Shakhtar, le dichiarazioni: Castagne furioso, Gasperini è soddisfatto

Si è conclusa la partita di Champions League tra Atalanta e Shakhtar, le dichiarazioni dei protagonisti

“Continueremo a lottare anche se non sarà facile. In campionato abbiamo vinto all’ ultimo minuto qui è capitato il contrario. Dobbiamo continuare a guardare avanti”. Sono le dichiarazioni di Duvan Zapata, attaccante dell’Atalanta, commenta ai microfoni di Sky il ko contro lo Shakhtar in Champions. “Per vincere dobbiamo giocare come oggi ma con ancora più intensità perché il livello in Europa è ancora più alto che in campionato. Impareremo da questa partita e nelle prossime gare continueremo a combattere per vincere. Loro davanti erano forti, ma la squadra oggi ha fatto bene”, ha concluso Zapata.

“Abbiamo avuto alcune occasioni e sul finale siamo andati vicino a segnare ma non possiamo di certo prendere un gol cosi’. Dovevamo fare fallo e questa e’ la differenza tra una grande squadra e una squadra forte, ma non come le altre di alto livello”. Questo il commento di Timothy Castagne. “Non possiamo trovare delle scuse, e’ la nostra seconda partita in Champions ma dobbiamo fare meglio – ha commentato il giocatore dell’Atalanta ai microfoni di Sky – Abbiamo ancora quattro partite e se le giochiamo con questa intensita’ possiamo fare dei punti importanti”.

“I ragazzi sono stati bravissimi, ma è un cattivo risultato a 5 secondi dalla fine. E’ un peccato, è un momento che non raccogliamo per quanto produciamo”. Così Giampiero Gasperini dopo il ko. “Abbiamo affrontato una squadra forte, con giocatori veloci. Ma la squadra ha fatto bene, anche il pari andava bene perché abbiamo fatto una prestazione da Champions”, ha aggiunto. “Sono soddisfatto della prestazione, ma dispiaciuto per i ragazzi. Il livello di alcuni giocatori anche oggi era veramente alto, avremmo voluto vincere e ci stava. Perdere così fa male”, ha proseguito. Ora c’è la doppia sfida contro il Manchester City. “Per noi è importante crescere e migliorare, stasera abbiamo fatto un’ottima gara sotto ogni aspetto. L’unica cosa che non doveva succedere era prendere gol così a pochi secondi dalla fine”,