Calciomercato, spettacolo di stelle: estate caldissima sull’asse Juve-Inter-Milan [NOMI E DETTAGLI]

Il calciomercato non si ferma mai ed è pronto a regalare sempre colpi da paura: sarà un'estate caldissima sull'asse Torino-Milano

  • Donnarumma (Fabio Ferrari/LaPresse)
    Donnarumma (Fabio Ferrari/LaPresse)
  • Rugani - Fabio Ferrari/LaPresse
    Rugani - Fabio Ferrari/LaPresse
  • Demiral (Marco Alpozzi/LaPresse)
    Demiral (Marco Alpozzi/LaPresse)
  • Ibrahimovic (LaPresse)
    Ibrahimovic (LaPresse)
  • Eriksen (AFP/LaPresse)
    Eriksen (AFP/LaPresse)
  • Chiesa (Claudio Grassi/LaPresse)
    Chiesa (Claudio Grassi/LaPresse)
  • Kulusevski (Marco Alpozzi/LaPresse)
    Kulusevski (Marco Alpozzi/LaPresse)
  • Tonali (Claudio Grassi/LaPresse)
    Tonali (Claudio Grassi/LaPresse)
/

In queste pagine dedichiamo spesso, anche fuori periodo, un trafiletto al calciomercato. Quasi ogni giorno, perché effettivamente il mercato non si ferma mai. E’ sempre in fermento, sempre in movimento. Le grandi società si muovono per tempo, in anticipo. Scrutano, osservano, sanno quando è il momento di fermarsi e quando quello di affondare. Ed è proprio sulla base di questi elementi che anche la Gazzetta dello Sport di oggi dedica le sue prime pagine alla rivoluzione estiva sull’asse Milano-Torino. Anzi, più esattamente, sull’asse Juve-Inter-Milan. C’è chi vuole rinforzarsi ulteriormente, forte della sua solidità economica. Chi, invece, solido economicamente non è e ha bisogno di cedere, di monetizzare.

La Juve di nuovo su Gigio Donnarumma, ecco le contropartite

A tal proposito, come scritto dalla rosea torna a farsi largo con insistenza il nome di Gigio Donnarumma accostato, alla Juventus. Il giovane portierone è il pezzo pregiato dei rossoneri, che non stanno vivendo un gran momento sotto tanti punti di vista. La mancanza di ambizione nel futuro prossimo, le pressioni del fair play finanziario e una Juve affamata potrebbero far accelerare le operazioni di una trattativa che già qualche anno fa aveva acceso i riflettori del mercato. Poi Donnarumma rinnovò col Milan e non se ne fece niente. Ma l’estremo difensore stabiese è sempre sotto la cura di Mino Raiola, elemento da non sottovalutare. Contropartite? I soliti noti. Il Milan ha bisogno di rinforzi in difesa, restano in auge i nomi di Rugani e Demiral. Non quello di Szczesny, come scambio tra ruoli. Il portiere polacco troverà altre destinazioni.

Così può partire l’assalto ad Ibrahimovic

Il Milan, che tuttavia avrebbe bisogno di far cassa, non starebbe a guardare. Ci sarebbe il tesoretto per quella che al momento pare sia più di una suggestione: Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese ha lasciato ufficialmente i Galaxy e vuole rilanciarsi cercando il classico progetto in cui sentirsi protagonista. In rossonero c’è già stato e lo conoscono.

Asse caldo Inter-Juve, quattro nomi in ballo

Ma l’asse Milano-Torino non è solo questo, e non è per forza un asse diretto. Lo è anche indiretto quando un calciatore può essere conteso tra due squadre. E parliamo ovviamente di Inter e Juve, le attuali due regine della Serie A. I nomi?  Eriksen, Chiesa, Kulusevski e Tonali. Il danese non vuole rinnovare col Tottenham, la Juve lo corteggia già da tempo e attende ancora sviluppi. Sul talento della Fiorentina, c’ha messo una pezza Rocco Commisso quando tutto sembrava definito. La Juve aveva il sì del calciatore, ma il trasferimento è sfumato per via dell’intervento del nuovo presidente viola. Ora si può inserire anche l’Inter, da cui partirebbe sicuramente come uomo chiave, a differenza dei bianconeri che là davanti hanno tanti campioni. Kulusevski e Tonali sono i due investimenti del futuro. Entrambi, pur rinunciando già al grande salto, hanno preferito far maturare in una piccola le prime esperienze in Serie A, facendo lievitare il proprio prezzo. E adesso? Adesso sarà guerra estiva. Una guerra di stelle, anzi uno spettacolo. In alto la FOTOGALLERY con tutti i nomi.