Consigli fantacalcio, gli attaccanti della 14ª giornata – Chi schierare e chi evitare: continuità per Lukaku

Consigli fantacalcio, tutti gli aggiornamenti sulla 14ª giornata del massimo campionato italiano: chi schierare e chi evitare tra gli attaccanti

CONSIGLI FANTACALCIO – L’appuntamento con i consigli del fantacalcio prosegue. E’ giunto il momento degli attaccanti. Ecco i 5 attaccanti da schierare e i 5 da evitare secondo CalcioWeb.

14ª GIORNATA, I CINQUE ATTACCANTI DA SCHIERARE

ILICIC – L’Atalanta va sul campo del Brescia per un derby molto sentito. Lo sloveno rientra e guiderà l’attacco della Dea. Puntate su di lui.

DZEKO – Il bosniaco sembra aver ritrovato lo smalto sotto porta. A Verona potrebbe proseguire nel suo ottimo momento in zona gol.

IMMOBILE – Puntare sull’attaccante della Lazio è ormai scontato. Anche contro l’Udinese, Ciro è una delle nostre scelte, può migliorare il suo bottino di reti.

CRISTIANO RONALDO – Momento di appannamento per il fenomeno portoghese. Contro il Sassuolo può arrivare quel gol che manca da troppo tempo per uno come lui.

LUKAKU – Diciamo che non sapevamo chi scegliere tra il belga e Lautaro Martinez. Dove cascate, cascate bene. Non si può non schierare Lukaku viste le cose che sta facendo.

14ª GIORNATA, I CINQUE ATTACCANTI DA EVITARE

PINAMONTI – Potrebbe partire fuori a svantaggio di Favilli. Anche qualora partisse titolare non sembra in un grande momento e potrebbe soffrire.

CAPUTO – Qui il “non consiglio” non deriva dai demeriti del calciatore, ma dall’impegno quasi proibitivo. Contro la Juventus il buon Ciccio può stare fuori.

PETAGNA – Stesso discorso fatto per Caputo vale per Petagna. La Spal va a San Siro contro l’Inter. I ferraresi segnano col contagocce, figurarsi alla difesa nerazzurra, una delle migliori del torneo.

NESTOROVSKI – Il macedone ha trovato il primo gol nella scorsa giornata contro la Sampdoria. Contro la Lazio non sembra poter replicare, potete tenerlo in panchina.

DI CARMINE – La Roma è in un ottimo momento. Il Verona viaggia a gonfie vele. Di Carmine ha trovato il primo gol contro la “sua” Fiorentina, ma potrebbe soffrire particolarmente una difesa arcigna come quella giallorossa.