Fiorentina-Lecce, Montella: “Non posso rimproverare nulla. Le contestazioni civili ci stanno”. Poi aggiorna su Ribery

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, si è presentato ai microfoni di DAZN per commentare la partita contro il Lecce

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la sconfitta interna contro il Lecce. Queste le parole del tecnico: Complimenti al Lecce perché è una neopromossa che vince in trasferta. Abbiamo vinto tanti duelli, la squadra era viva, era in partita. Abbiamo giocato una grande gara, abbiamo tirato in porta 19 volte contro 6. Nei primi 20-25 minuti abbiamo giocato prettamente in fase offensiva ma non siamo riusciti a sbloccarla. Mi aspettavo di vincere, ma non posso rimproverare nulla. I ragazzi hanno dato tutto. L’atteggiamento, la volontà ci sono state. Hanno dato ogni goccia di sudore. Potevamo essere più cattivi dentro l’area e con le due punte dovevamo mettere più cross. Ma con questo temperamento non tarderanno ad arrivare anche i risultati”.

“Arriviamo tanto al cross, ho messo Pedro per sfruttare questa cosa, ma lui preferiva uscire a giocare più fuori dall’area. In altre circostanze abbiamo sfruttato meglio i palloni dal fondo”. Sui fischi del pubblico a fine gara: “La sconfitta pesa, soprattutto questa. Le altre due erano state colpa nostra, qui non possiamo rimproverarci. I fischi sono da accettare, le contestazioni civili ci stanno”.

Sulle condizioni di Ribery: “Non lo so come sta. Era dispiaciutissimo alla fine del primo tempo, vedremo”.