Brescia-Lecce, voce a Corini e Liverani: dal rinnovo di contratto dell’uno al battibecco con Balotelli dell’altro

Vittoria netta del Brescia contro il Lecce. I due allenatori, Corini e Liverani, hanno commentato la gara ai microfoni di Sky Sport

“Abbiamo fatto anche altre gare di qualità, oggi siamo stati bravi con voglia di giocare e condividendo la fatica. Siamo stati incisivi nel finalizzare, una vittoria che ci dà consapevolezza in una lotta che sarà serrata fino alla fine del campionato”. Così Eugenio Corini, allenatore del Brescia, commenta ai microfoni di Sky Sport la vittoria contro il Lecce. “Fanno piacere i cori dei tifosi, ci siamo riscritti a questa corsa e ora lotteremo fino alla fine”, ha aggiunto. “Il rinnovo? Sono felice che me l’hanno proposto. Ma ora sono concentrato sulle partite, per me è una grande responsabilità e gratificazione allenare il Brescia. Valuteremo insieme”, ha detto ancora Corini.

Riavvolgendo il nastro su questo inizio di stagione, con l’esonero e poi il ritorno. “Ho sofferto l’esonero, non riuscivo a vedere le partite in diretta perchè soffrivo troppo. Poi quando c’è stata la possibilità di tornare c’era una grande carica emotiva e voglia. E’ una squadra che sento dentro per la strada percorsa e la fatica che abbiamo fatto insieme per arrivare in Serie A”, ha dichiarato Corini. “Si era creato un corto circuito con il presidente e questo porta a delle difficoltà. Ho accettato la decisione, ma mi sono preparato e quando sono stato richiamato mi sono fatto trovare pronto”, ha concluso.

“Oggi è stata una delle migliori partenze, creando occasioni e giocando a calcio. Abbiamo sbagliato molto negli ultimi 20 metri, su questo dobbiamo lavorare”. Così Fabio Liverani, allenatore del Lecce, commenta ai microfoni di Sky la sconfitta contro il Brescia in campionato. Sull’assenza di Falco dall’inizio, il tecnico giallorosso ha detto: “Falco non era al massimo, per noi è un giocatore importante ma deve essere al 100%. Ma è l’atteggiamento di oggi che non va, i 15 punti hanno dato una serenità che non abbiamo”.

Sui troppi gol incassati, Liverani ha ammesso: “Anche oggi regalato i primi due gol e andare sotto così dopo 20 minuti fatti bene è difficile per tutti e per noi è stata una montagna insuperabile. Troppi errori individuali commessi ed è difficile allenarli. Forse siamo poco attenti e concentrati, sembra non ci sia la percezione del pericolo di una partita”, ha spiegato ancora Liverani. Infine sul battibecco alla fine del primo tempo con Balotelli, il tecnico del Lecce ha concluso: “Frequento i campi di calcio da venti anni. Credo si possa avere un comportamento meno furbo, bisogna saper stare in campo. Con rispetto”.