Nicolini, accuse shock a Masiello: “Uno che si vende le partite non dovrebbe giocare a calcio”

Andrea Masiello, difensore dell'Atalanta, è al centro di un derby di mercato tra Sampdoria e Genoa. Arrivano accuse pesanti da parte di Enrico Nicolini

Derby di mercato tra Sampdoria e Genoa per Andrea Masiello. Il difensore dell’Atalanta è diventato la prima scelta dei blucerchiati dopo i problemi avuti per il ritorno in Liguria di Lorenzo Tonelli. Nelle ultime ore, però, da registrare un inserimento da parte dei “cugini” del Genoa. Il giocatore in passato è stato uno dei principali protagonisti dello scandalo calcioscommesse e subì anche una pesante squalifica. Proprio questo ha scatenato alcuni commenti nelle trasmissioni locali.

“Non ho l’età” cantava Gigliola Cinquetti, in Egitto sembra non valere: la storia di Ezz El-Din Bahader

In particolare, Enrico Nicolini, ex centrocampista di Sampdoria, Catanzaro, Ascoli, Napoli e Bologna soprannominato il “Netzer di Quezzi” e oggi opinionista nella trasmissione “Derby del Lunedì”, si è accanito nei confronti di Masiello con un pesante commento: “Sarà sicuramente un bravissimo ragazzo, anche se non lo conosco personalmente. Uno così, però, non dovrebbe giocare a calcio. Francesco Flachi fu radiato per delle sostanze che assunse. Fu un somaro e glielo dico in faccia perché Francesco sa che gli voglio bene come un fratello. Non poteva nemmeno andare allo stadio. Sarà più grave uno che si vende le partite? Per me chi tradisce la società, i tifosi e i compagni, nel calcio non ci deve stare.”