“Juve, riflessione in atto. Una parte dello spogliatoio ha chiesto Allegri”: ecco cosa c’è di vero

Da invocazione a desiderio sempre più concreto, tanti tifosi bianconeri vorrebbero il ritorno di Allegri: ecco cosa c'è di vero

Dopo la sconfitta contro l’Hellas Verona, a caldo, qualcuno lo ha invocato. Forse più per rabbia, per delusione, perché “con lui queste gare non le avremmo perse”. Oggi però, a freddo, due giorni dopo lo stop del Bentegodi, il nome di Massimiliano Allegri è tornato a farsi forza con insistenza. E, a tal proposito, tante cose fanno pensare: è ancora sotto contratto con la Juventus, ad esempio, ma soprattutto non ha – volutamente – scelto nessun’altra panchina in questa stagione. Che non sia davvero una volontà nata dalla possibilità di un ritorno? Difficile, improbabile. Non impossibile perché, si sa, nel calcio non è una parola esistente.

Oggi, l’edizione odierna di Repubblica ha tirato fuori il nome di Allegri, ma come semplice ‘desiderio’ di diversi tifosi. Magari, tanti di loro, erano gli stessi che non vedevano l’ora andasse via. Sta di fatto che, negli ambienti bianconeri, nelle ultime ore non si parla d’altro. E’ diventato uno degli hashtag di tendenza su Twitter: ognuno dice la sua, come sempre tra favorevoli e contrari ad un possibile ritorno. Spicca un interessante tweet, che fa riflettere ma su cui è bene fare delle precisazioni.

Cosa c’è di vero, dunque, in tutto ciò? Probabilmente una riflessione c’è stata. Ma dipende dal contesto per cui si vuole utilizzare il termine. Quindi, più che riflessione (in senso punitivo), sarebbe meglio utilizzare confronto. La Juve ha perso la sua seconda partita esterna di fila ed è stata agganciata dall’Inter e avvicinata dalla Lazio. Normale, come in ogni società (di calcio e non solo), analizzare ciò che non va. Che non vuol dire farsi prendere dall’istinto e dalla smania di voler capovolgere tutto e subito, assumendo decisioni drastiche e di cui ci si potrebbe pentire. Non rientra nel modus operandi della Vecchia Signora (e anche questo c’è nel tweet). Anche perché, in realtà, Bonucci e compagni guardano ancora tutti dall’alto, come da anni ormai, sono ai quarti di Champions e in semifinale di Coppa Italia. Un tantino esagerato fare processi e buttare sentenze.

Juventus, può arrivare un ribaltone dalla prossima stagione: la Roma guarda con attenzione in casa bianconera

Gelo Juve, monta la rabbia: “Esonero Sarri! Ora basta, va cacciato stasera”. E si invoca un nome…

Lukaku e Ibra? Sì, ma anche Adriano, le magie di Seedorf e Maicon, Milito e Kakà: quando il derby è storia!