Sarri-Juve, rischio esonero: già pronto il sostituto [NOME e DETTAGLI]

La Juventus non riesce a decollare. A pagare sarà, molto probabilmente, il tecnico Maurizio Sarri: già pronto il sostituto

CalcioWeb

La Juventus e Maurizio Sarri dovrebbero separarsi a giugno. E’ l’indiscrezione lanciata da “Repubblica”. I sette mesi di lavoro non sembrano aver portato i frutti sperati. Il gioco non si vede, i risultati non entusiasmano. Un progetto triennale quello della dirigenza bianconera che rischia di fallire prima, se non lo ha già fatto. Sarri è stato preso per vincere in Europa, per avere una mentalità più offensiva in Champions, per imporre il gioco. Tutte cose che non si sono viste, almeno sin qui. E, con marzo ormai alle porte, sembra tardi per sperare nel contrario. Oltre a tutto ciò, c’è l’insoddisfazione dei giocatori. Il malcontento è ben visibile da tanti piccoli episodi. I calciatori non seguono l’allenatore e non “approvano” alcuni suoi metodi. Così come alla dirigenza non sono piaciute alcune dichiarazioni recenti dell’allenatore toscano. Sarri dovrebbe comunque rimanere in sella fino al termine della stagione. Il condizionale è d’obbligo perché il feeling mai nato tra il tecnico e l’ambiente Juve potrebbe portare anche ad un clamoroso esonero. In ogni caso i bianconeri hanno già pronto il sostituto: Massimiliano Allegri. Un ritorno che avrebbe del clamoroso, visto l’addio della scorsa estate dopo un lungo ciclo vincente.

Lite Bonucci-Matuidi, spunta la frase detta dal difensore della Juve al centrocampista

La stampa italiana ci va giù pesante: “Juve, dove sei? Disastrosa prova dei bianconeri” [FOTO]

Juve, così è preoccupante: la squadra non segue Sarri e il gioco latita. Ma non è finita…

“La peggiore Juve della storia, vicini al tracollo. Richiamate Allegri, aveva capito tutto…”: furia bianconera

Condividi