Barcellona, è allarme stipendi: “La situazione è grave e il club non è immortale”

L'emergenza Coronavirus ha mandato in subbuglio anche i grandi club europei: questione stipendi, in casa Barcellona il tema è caldo

Anche i grandi possono cadere. L’emergenza Coronavirus ha insegnato una cosa: che di fronte all’epidemia siamo tutti uguali, non esistono privilegiati. Vale per le persone, vale per le imprese, vale per i club sportivi, come le ricchissime società di calcio. A tal proposito, è la stampa spagnola a lanciare l’allarme stipendi nello stato della penisola iberica. “La Vanguardia”, giornale catalano, si interroga dettagliatamente sulla questione Barcellona e scrive che serve “un piano di sopravvivenza che implicherà sacrifici. La situazione è grave e il Barcellona non è immortale”.

In casa blaugrana è tempo di tagli per far quadrare i conti, visto che l’emergenza improvvisa ha mandato in subbuglio un po’ di situazioni. Da quelle parti si inizia a pensare a qualche soluzione per fronteggiare il problema e non rendere la questione ben più grave di quanto già rischia di essere. Sempre secondo il quotidiano, nella giornata odierna si tratterà il tema della riduzione dei costi.

Coronavirus, la previsione: “Questa stagione non finirà, il calcio ripartirà solo nel 2021”

Liga, le ipotesi per concludere la stagione: 4 partite in 10 giorni, Champions di sabato [DETTAGLI]

“Chi pensa di avvantaggiarsi con gli allenamenti, non so cosa abbia in mente”, che frecciate ai presidenti