Coronavirus, scatta l’allarme: “Se non si finisce il campionato, metà dei club chiederà il fallimento”

Campionati fermi per il Coronavirus. Non si sa se e quando si potrà ripartire, situazione che fa scattare diversi campanelli d'allarme

La Ligue 1 è ferma per il Coronavirus, come quasi tutti i campionati d’Europa. Ma in Francia c’è chi si chiede cosa potrebbe accadere in questi mesi di stasi. E’ il presidente del St Etienne a lanciare l’allarme. Bernard Caiazzo, numero uno dei “Les Verds”, ha detto la sua a ‘France Bleur Loire’: “Non possiamo giocare fino a quando la curva dei contagi non si inverte, vale a dire luglio o agosto, nella migliore delle ipotesi a metà giugno. Dobbiamo finire il campionato a tutti i costi: senza aiuti statali, entro sei mesi la metà dei club professionistici chiederà il fallimento. I cinque principali campionati europei hanno già perso quattro miliardi di euro, la Ligue 1 tra i 500 e i 600 milioni di euro”.

Moratti prepara il rientro, l’ex patron dell’Inter pensa di rilevare una squadra italiana [NOME e DETTAGLI]

Coronavirus: “Messi e Ronaldo a giocare in Bielorussia. Il trattore guarirà chiunque”, la provocazione di Hleb

Repubblica, la nuova proposta per i campionati: “si parte con l’handicap”

Coronavirus, la proposta di Michele Criscitiello: “Atalanta campione d’Italia”

Coronavirus, il dramma dell’allenatore: “la bara di mio zio su uno di quei camion dell’esercito”

Gianni Infantino: “in campo quando non ci saranno rischi, meno partite per la salute dei calciatori”