Coronavirus, le confessioni del calciatore: “Sapere di essere positivo è stato uno shock, stavo bene”

Tra i numerosi casi di calciatori positivi al Coronavirus, confessa le sensazioni avute dopo aver scoperto i risultati del test

Tra i calciatori del Valencia risultati positivi al Coronavirus c’è anche Eliaquim Mangala. Il difensore si è confessato a L’Equipe parlando delle sensazioni avute dopo aver scoperto di essere stato contagiato: “Venerdì – dice – abbiamo fatto alcuni test. Non avevo sintomi, stavo come ogni giorno. Quando domenica il dottore mi ha detto che ero positivo è stato uno shock. Pensavo fosse uno scherzo. Quando ha parlato di quarantena, di stare per 14 giorni lontano dai miei figli, ho capito che non lo era”.

“Sono fortunato, sono in quarantena a casa. Ho una casa dove la mia famiglia può rimanere isolata. Io sto su un piano, loro su un altro. Ci evitiamo il più possibile. La mia giornata è semplice: non ho sintomi, quindi mi alleno secondo il programma che ci ha dato il Valencia. Mi alleno in giardino con una maschera. Poi leggo, guardo film, documentari, Netflix, gioco ai videogames”.

 Hellas Verona, Zaccagni rassicura: “Sto bene, presto torneremo a gioire tutti insieme”

Coronavirus, positivo al test il presidente del Ludogorets

“Maradona non è in autoisolamento e non lascerà la panchina del Gimnasia”, smentite le voci sul Pibe de Oro

Coronavirus, sei casi all’Espanyol: il comunicato ufficiale del club

Coronavirus, Toljan: “Italia in stato di shock. I miei compagni non hanno il coraggio di visitare i familiari”