Coronavirus, Tare: “La stagione deve essere portata a termine per rispetto dei morti”

Igli Tare, direttore sportivo della Lazio. In un'intervista rilasciata al canale tedesco 'Sport1', ha parlato della ripresa dei campionati

CalcioWeb

Il principale obiettivo in questi giorni resta quello di sconfiggere il Coronavirus. Ma c’è chi, una volta terminato tutto, vorrebbe anche dedicarsi al finale di stagione. La Lazio è una delle squadre che, visto il grande campionato giocato fino allo stop, vorrebbe riprendere. A confermarlo è stato Igli Tare, direttore sportivo biancoceleste, In un’intervista rilasciata al canale tedesco ‘Sport1’, riportata dal ‘Corriere dello Sport’: “La stagione deve essere portata a termine. Il campionato deve andare avanti per rispetto delle morti e di tutti i tifosi. I tempi non sono ancora maturi per decidere la cancellazione. Il numero di persone infette sta diminuendo e interrompere la stagione sarebbe ingiusto. Per il calcio italiano fermarsi qui sarebbe un disastro. Proveremo ad evitare che questo accada con tutte le nostre forze. Nel calcio italiano oltre il 75% dei club finanzia il proprio budget attraverso i diritti tv, se questi ricavi non dovessero esserci, si arriverebbe al collasso. Vorremmo tornare alla normalità e questo significa anche allenarci. I giocatori non attendono altro, aspettano solo il momento in cui possa tornare tutto normale anche all’interno del club. A quel punto bisognerà ritrovare lentamente la forma e uscire da questo momento horror il prima possibile”.

Le notizie del giorno – Calciatore va alla festa e distrugge l’auto, accuse a Wanda Nara e foto dello scandalo

Condividi