Guai per un ex calciatore di Serie A, denunciato per aggressione: “Ad uno ho rotto il naso, all’altro la testa”

Guai per un ex calciatore di Serie A. Accusato di aggressione, è stato denunciato da uno dei feriti dopo avergli spaccato la testa

Guai per una vecchia conoscenza del calcio italiano. Ivan Kaviedes, ex attaccante ecuadoriano con un breve passato in Serie A dove ha vestito la maglia del Perugia nel 1999 (segnando 3 gol, due di questi contro Inter e Juventus), è stato denunciato per aggressione. Oggi 42enne, Kaviedes si è difeso in un’intervista a ‘El Mercurio’: “Stavamo giocando e all’angolo c’era un gruppo di persone che bevevano. Mi hanno insultato ma non ho risposto. Poi sono venuti a trovarmi dove vivo con la mia famiglia e la mia fidanzata e hanno continuato a insultarci. Uno era più piccolo di me e non ho voluto affrontarlo, un altro stava per colpirmi da dietro allora mi sono voltato e gli ho rotto il naso. Quindi ne è arrivato un altro e l’ho colpito in faccia. Quando stavo per andarmene ne è uscito un altro. E’ caduto male, aveva la testa spaccata ma non è successo nulla. E’ uscito dall’ospedale e domenica è tornato a bere”. A denunciare Kaviedes è stato proprio l’ultimo ferito. Secondo i media locali la vittima avrebbe subito un grave ematoma alla testa, che ha richiesto il drenaggio da parte dei sanitari.

Felice Virgilio Levratto, lo “sfondareti”: la palla fatta di frattaglie e gli avversari decimati dai suoi tiri

L’incredibile furto della Coppa Rimet, il Mondiale dell’Inghilterra “salvato” da un cane