Inter-Lega Serie A, alta tensione: la dura replica alle accuse del dirigente Marotta

Tensione sempre più alta tra la Lega Serie A e l'Inter. Altro botta e risposta e situazione sempre più delicata dopo il rinvio delle partite

“Venerdì l’a.d. De Siervo e io abbiamo proposto all’Inter di spostare la gara contro la Juventus al lunedì sera per disputarla a porte aperte. L’Inter si è rifiutata categoricamente di scendere in campo, si assuma le sue responsabilità e non parli di sportività e campionato falsato. Marotta rappresenta le esigenze dell’Inter, io tutelo gli interessi generali di tutta la Serie A, che purtroppo sconta quotidiani conflitti di interessi legati a ciascuna squadra. Io devo promuovere il campionato italiano e la sua immagine nel mondo, trasmettere gare a stadi vuoti sarebbe stato un pessimo biglietto da visita per il Paese”, arriva la dura replica di Paolo Dal Pino, presidente della Lega di A alle accuse di Marotta che aveva parlato di campionato falsato.

Marotta aveva anche messo in evidenza la mancata convocazione del Consiglio straordinario. “La decisione è mia per statuto, ma i club coinvolti sono stati sentiti telefonicamente, per cui sappiamo bene le posizioni di ognuno, difficilmente conciliabili. Noi agiamo con senso di responsabilità per tutelare i tifosi e il diritto di tutti ad assistere alle partite, compresa l’esigenza dei broadcaster di trasmettere immagini di stadi pieni e festosi. L’invito che faccio a tutti è di ragionare come Serie A, non individualmente”.

Juve-Inter rinviata: “Calciopoli, ci risiamo”, colpo di scena per la data di recupero