“Quando mi ha chiamato l’Inter i miei genitori non ci credevano: ‘che stai dicendo?”, le rivelazioni di Pandev

L'attaccante del Genoa Goran Pandev svela quella che è stata la sua gioia alla scoperta, 20 anni fa, che l'Inter lo aveva contattato

“Quando mi ha chiamato il presidente del Belasica, la squadra in Macedonia dove sono cresciuto, e ha detto che l’Inter mi voleva, non ci credevo. Non sapevo cosa fare, sono andato a casa dei miei genitori e anche loro non ci credevano e mi dicevano, che stai dicendo? E invece era tutto vero. Sono andato a Milano con mio papà e con il presidente del Belasica e ho firmato il contratto, così cominciata così la mia avventura in Italia che non è mai finita. Sono passati vent’anni, gli anni più belli della mia vita. Ho tanti ricordi davvero. L’Italia è la mia seconda casa. E la cittadinanza italiana per me e per la mia famiglia, un altro grande traguardo”. Ha parlato così, ai microfoni di calciomercato.com, l’attaccante del Genoa Goran Pandev. Il riferimento è al suo approdo in Italia dalla Macedonia, suo paese natale, all’Italia. Tutto ha avuto inizio nell’Inter, prima di un lungo girovagare in prestito. Tornerà in nerazzurro con Mourinho e vincerà il Triplete.