Serie A, l’AIC presieduta da Tommasi ribadisce: “Campionati vanno fermati, non si scende in campo per dovere”

L'AIC (Associazione Italiana Calciatori) ha ribadito la propria posizione in merito alla sospensione del campionato per l'emergenza Coronavirus

In una nota l’Assocalciatori ribadisce la sua posizione in merito all’emergenza Coronavirus. Già nelle ore precedenti il presidente Damiano Tommasi aveva chiarito il suo pensiero con tweet e dichiarazioni in merito. I campionati vanno fermati. Il segnale che le istituzioni sportive danno è pessimo – si legge nella nota -. E’ pericoloso viaggiare da e per le zone rosse, è pericoloso giocare a calcio, è pericoloso salutarsi. Le squadre oggi stanno purtroppo scendendo in campo per dovere nei confronti di chi non ha il coraggio di decidere che il calcio non può avere deroghe contro il Coronavirus. Martedì ci sarà il consiglio federale – conclude l’AIC -, ci aspettiamo una cosa sola, la sospensione dei campionati fino a quando non ci saranno le condizioni per giocare”.

Serie A, i vertici dello sport divisi sul Coronavirus: calciatori verso lo sciopero [DETTAGLI]

Coronavirus, squadra chiede alla Fifa di revocare le convocazioni in nazionale di due giocatori [DETTAGLI]

“Fermate il campionato”, lo sfogo di Balotelli sul Coronavirus è durissimo

Emergenza Coronavirus, indagine su 9 club di Serie A: ci sono anche Juve, Inter e Milan [NOME e DETTAGLI]

Coronavirus, allarme nel calcio italiano: positivo il presidente di una squadra [NOME e DETTAGLI]

Spadafora annuncia: “Martedì la decisione della Lega sulla Serie A. Calcio troppo fisico per disputarlo”