Becchini che danzano con una bara, ecco da dove nasce il tormentone Whatsapp [VIDEO]

Ecco cosa si nasconde dietro il tormentone di Whatsapp di questi ultimi giorni, il vero significato di quanto raffigurato nei video

Mai come negli ultimi anni, la parola ‘tormentone’ ha conosciuto degli aspetti diversi, dovendosi rapportare con i social network. Facebook, Twitter, Whatsapp, per citarne alcuni, tutti promotori di tormentoni – appunto – di svariato tipo. Una dichiarazione o un particolare gesto in TV diventato meme, o un video associato a delle particolari situazioni. In queste settimane di quarantena, e quindi spendendo ancora più tempo del normale con gli strumenti tecnologici e di Internet, i tormentoni si sono moltiplicati.

becchini ghanaL’ultimo in ordine di tempo è quello che vede dei becchini di colore ballare a ritmo di musica sorreggendo una bara con dentro il defunto. La cosiddetta ‘Coffin dance‘, sul web diventata subito virale associandola ad immagini che precedono un fatto grave e pericoloso, ma legata ironicamente anche a fatti di calcio. Lo chiamano ‘Black Humor’ e quindi, per forza di cose, non trova tutti d’accordo. Scherzare su un fatto, la morte, su cui ci sarebbe ben poco da scherzare, almeno secondo la nostra cultura, o comunque quella dell’Europa occidentale. A tal proposito, infatti, è di qualche giorno fa la polemica sui social per la gaffe commessa dall’ospedale Policlinico San Martino di Genova, che ha postato sulla pagina Facebook la foto (eccola di fianco) di questo tormentone accompagnata dalla frase: “Dal 3 marzo al 28 marzo abbiamo tristemente riscontrato e segnalato all’Istituto Superiore di Sanità 98 decessi per Covid Solo nelle ultime 24 ore sono stati 11 i decessi, record in negativo da inizio emergenza. C’è il sole? Bene… Fossimo in noi medici, infermieri e oss staremmo a casa se potessimo. E non in prima linea, per voi, qui al San Martino”.

Ma ricollegandoci al discorso culturale, la differenza sta proprio in questo. In Italia, in Europa, tutto ciò suscita ilarità e sdegno, ma siamo sicuri che sia così anche in altri angoli, sperduti, del mondo e a noi sconociuti? E, quindi, la domanda sorge spontanea. Cosa si nasconde dietro questo tormentone? Qual è il significato? Si tratta di un particolare rito funebre attribuibile alla Repubblica del Ghana. Per venerare il defunto, niente pianti e sofferenza nel silenzio, come si usa dalle nostre parti, ma al contrario gioia, allegria e musica, con la bara portata in giro per le strade a ritmo di musica e i becchini ad effettuare dei precisi e specifici passi di danza. Movimenti ben coordinati e logici. Perché per loro la morte non è un momento triste? Nella loro cultura, è vista come un momento di felicità per via del ricongiungimento con Dio.

Peccato, però, per alcuni inconvenienti, come quanto accaduto l’anno scorso. Qualcosa è andato storto durante i passi di danza con la bara in spalla, forse qualcuno è inciampato, sta di fatto che uno dei ballerini è caduto facendo scivolare la bara e con esso la salma del defunto. Di seguito il VIDEO.