Coronavirus, il bollettino del 4 aprile: 681 decessi e 1238 guariti

E' arrivato il consueto aggiornamento sul Coronavirus in Italia. Tutti i dati di oggi: numero dei contagiati, morti e guariti

Consueto appuntamento con il bollettino della Protezione Civile sul Coronavirus in Italia. Secondo quanto riporta MeteoWeb sono 4805 i nuovi contagiati, 681 i deceduti. La notizia positiva è il calo di 74 unità nei reparti di terapia intensiva. I guariti di oggi sono 1238. Il bilancio complessivo dell’Italia è adesso di:

  • 124.632 contagiati
  • 15.362 morti
  • 20.996 guariti

Le persone attualmente ammalate, sono 88.274, così suddivise:

  • 29.010 ricoverate in ospedale (33%)
  • 3.994 ricoverate in terapia intensiva (4%) (per la prima volta in calo rispetto al giorno precedente)
  • 55.270 in isolamento domiciliare (63%)

Ecco i dati e il grafico dei nuovi contagiati in Italia nelle ultime settimane con la differenza rispetto al giorno precedente:

  • Mercoledì 11 Marzo: 2.313 +1.336
  • Giovedì 12 Marzo: 2.650 +337
  • Venerdì 13 Marzo: 2.548 -102
  • Sabato 14 Marzo: 3.497 +949
  • Domenica 15 Marzo: 3.590 +93
  • Lunedì 16 Marzo: 3.233 -357
  • Martedì 17 Marzo: 3.526 +293
  • Mercoledì 18 Marzo: 4.207 +681
  • Giovedì 19 Marzo: 5.322 +1.115
  • Venerdì 20 Marzo: 5.986 +664
  • Sabato 21 Marzo: 6.553 +567
  • Domenica 22 Marzo: 5.560 -993
  • Lunedì 23 Marzo: 4.789 -771
  • Martedì 24 Marzo: 5.249 +460
  • Mercoledì 25 Marzo: 5.210 -39
  • Giovedì 26 Marzo: 6.153 +943
  • Venerdì 27 Marzo: 5.959 -194
  • Sabato 28 Marzo: 5.974 +15
  • Domenica 29 Marzo: 5.253 -721
  • Lunedì 30 Marzo: 4.050 -1.203
  • Martedì 31 Marzo: 4.053 +3
  • Mercoledì 1 Aprile: 4.782 +729
  • Giovedì 2 Aprile: 4.668 – 114
  • Venerdì 3 Aprile: 4.585 – 83
  • Sabato 4 Aprile: 4805 +220

“Preferisco giocare a porte chiuse anziché chiuderla qui. Noi siamo privilegiati”: c’è chi va controcorrente

Barcellona, terzo caso di positività al Coronavirus [NOME e DETTAGLI]

Coronavirus, l’odissea di 15 tifosi: prigionieri da 25 giorni [DETTAGLI]

Coronavirus, il virologo Burioni: “non sono stato ascoltato. Adesso bisogna tenere duro, il pareggio non basta”