Lippi a ruota libera: “Stiamo perdendo la pazienza. Tutta Italia tifa Atalanta”. Ed elogia Mancini…

L'ex ct della Nazionale, nonché allenatore di Juventus ed Inter, Marcello Lippi, a ruota libera su ripresa stagione, Serie A e Italia

Marcello Lippi ha parlato in esclusiva ai microfoni di SportMediaset: Dopo due mesi in casa stiamo un po’ tutti perdendo la pazienza… – esordisce – Ripresa calcio? Secondo me va fatto di tutto per concludere la stagione, anche con sacrifici come giocare ad agosto o a porte chiuse. O anche ripartendo a settembre per poi iniziare la nuova stagione seguendo l’anno solare. Ma non sono favorevole ai playoff o ad assegnare lo scudetto a chi era in testa prima dello stop”.

L’Atalanta? E’ la fidanzata calcistica di tutta Italia, tutti tifano per lei e ha il gioco più europeo della Serie A. Bravo anche Gattuso al Napoli, ha ereditato una situazione difficile ed una squadra a fine ciclo ma mi piace come sta lavorando. Così come De Zerbi”. Poi l’elogio a Mancini: Mi piace come gioca l’Italia, sono fiducioso per gli Europei. E poi convocando giocatori come Castrovilli, Barella, Tonali o altri ancor prima che debuttassero nei club è come se avesse mandato un messaggio: fate giocare i giovani. Sta facendo un lavoro splendido”.

Ripresa Serie A, Spadafora cambia ancora: “Dobbiamo ripartire perché lo sport ha valore economico e sociale”

“Ho pensato anche io di tornare in Brasile, ma non ho avuto l’autorizzazione del club”: il calciatore confessa

Coronavirus: “Le 9 linee guida per le gare a porte chiuse, oltre ai calciatori tutelare anche i lavoratori”

Serie C, Capuano sul sorteggio-promozione: “non è pensabile giocarsi la serie B ai bussolotti”

PSG, clamoroso Al-Khelaifi! “Rischiamo perdite colossali, senza partite andiamo in crisi”

“Io ho visto la morte in campo, ma ora dico di riprendere a giocare”: il pensiero dell’ex calciatore

“Quando ho scoperto la positività sono rimasto male, i primi giorni non sentivo gli odori”: Gabbiadini rivela

“Eravamo tutti malati”, ma l’Inter bacchetta Lukaku: “Irritati con il belga, solo 4 influenze”