Notizie del giorno – Scenari sulla prossima stagione, il cordoglio del Genoa, i brutti ricordi di Ronaldo

Le notizie del giorno - In primo piano gli scenari sulla prossma stagione, il cordoglio del Genoa e i brutti ricordi di Ronaldo

SCENARI SULLA PROSSIMA STAGIONE – Il presidente della FIGC Gabriel Gravina ha parlato a ‘Repubblica’. “Non c’è una deadline per ripartire. Se ci faranno giocare a inizio giugno, abbiamo le date utili per terminare a fine luglio. Se invece dovremo ripartire a settembre, chiuderemo questo campionato a novembre. Per ritornare in campo a gennaio. Se il prossimo campionato cambierà formula? Valutiamo tutte le ipotesi. Una è organizzare le competizioni su anno solare, ma ripeto, serve il coordinamento con tutte le federazioni europee. Altrimenti, dovremo chiudere la stagione a maggio prima dell’Europeo. Il campionato 2021 si potrebbe disputare in cinque mesi. Ci sono delle idee sul tavolo, ad esempio una formula con due o più gironi e poi play-off e play-out. Misure eccezionali, per una sola stagione”.  Ipotesi, questa, neanche mai accennata prima. Una formula del tutto nuova ed inedita perlomeno da 50 anni a questa parte. Se la stagione attuale dovesse concludersi in autunno, la prossima partirebbe a gennaio e si dovrebbe concludere a maggio per via degli Europei. Quindi si fa strada un campionato in cinque mesi con due o più gironi e gli spareggi. Come potrebbe essere? Abbiamo provato ad ipotizzare qualcosa.

Stagione 2020-2021 da gennaio a maggio: due gironi (Nord e Sud), playoff e playout, ecco come sarebbe [GRAFICA E DETTAGLI]

IL CORDOGLIO DEL GENOA – Lutto in casa Genoa nelle ultime ore. Il difensore del club rossoblu Davide Biraschi ha perso il nonno. La squadra ligure ha postato un messaggio di cordoglio sui social: “Ci stringiamo con tutto il nostro affetto a Davide Biraschi, e a tutta la Famiglia Biraschi, per la perdita dell’adorato nonno Giulio. Siamo con te”. (L’ARTICOLO COMPLETO)

I BRUTTI RICORDI DI RONALDO – E’ passato tantissimo tempo, eppure il calvario fisico che ha dovuto subire è ancora ben impresso nella sua mente. L’ex calciatore di Inter e Milan Ronaldo si è raccontato ai microfoni di Forbes Brasil: “Nella mia prima stagione all’Inter ho iniziato a soffrire di tendinite cronica, poi sono andato in sala operatoria per fare una sutura ed al mio ritorno mi sono infortunato. Ero in preda alla disperazione: la mia mente viaggiava molto veloce, pensavo che il mio futuro fosse a rischio. Ero molto giovane, avevo lottato per rientrare e poi ho subito quell’infortunio senza precedenti nel mondo del calcio: non sapevo se sarei tornato. All’ottavo mese sono andato da uno dei migliori specialisti di Orlando, il quale mi disse che sarei dovuto andare sotto i ferri un’altra volta per sperare anche solo di avere una vita normale, ed assolutamente senza fare sport ad alte prestazioni. Dopo quasi due anni tornai però a giocare, e per un atleta professionista è molto tempo. Quando torni all’allenamento, arrivano i primi problemi muscolari. Nonostante ciò, avevo fiducia nel mio medico e nel ginocchio, avevo molta forza. Non conoscevo la forza che avevo dentro di me. Quel momento è già drammatico raccontarlo, poi viverlo… Ho trascorso due mesi nello stesso modo, ma in nessun momento ho pensato di arrendermi. Ho dovuto continuare a lottare per il mio sogno”. (L’ARTICOLO COMPLETO)

Totti, Cannavaro e gli sfottò a Buffon e Toni: “Quando a Euro 2000 misero il tricolore sulla Coppa e Riva…”

Ferrero: “Faccio da cavia per il vaccino pur di riprendere. Allenamenti? Sì, distanze di 4 metri e allenatori col megafono”

Figc, tutto in 3 mosse: ritiri chiusi, screening degli atleti e ripartenza prima in Serie A e poi in B e C

Cellino è una furia: “Ripartire con la Serie A? Non ci presentiamo. Pronto a giocare in B ma non sulle tombe”

Coronavirus, guariti ufficialmente Matuidi e Rugani: il comunicato della Juventus

Panchina Cagliari, Zenga è già in discussione: il nome del sostituto per la prossima stagione

Eusebio Di Francesco si toglie i sassolini dalla scarpa: “ecco perché è finita con Samp e Roma”

Gravina: “Chiuderemo il campionato, no partite al nord. Prossima stagione in 5 mesi, si pensa ad altre formule”

Champions League, altra novità: l’ultima indiscrezione arriva dalla Spagna