Serie C, Ghirelli: “per i medici sportivi il protocollo è inapplicabile”

La Serie C difficilmente potrà ripartire, la conferma è arrivata direttamente da Ghirelli dopo una video conferenza con i medici

E’ sempre più incerta la ripresa dei campionati, soprattutto in Serie C non sembrano esserci i margini per ripartire in sicurezza, si stanno studiando dunque le soluzioni riguardanti promozioni e retrocessioni.

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha parlato sulle colonne de Il Gazzettino, in seguito videoconferenza che si è tenuta nella serata di martedì 28 con i responsabili degli staff medici delle 60 squadre: “Allo stato attuale i medici ritengono che non siamo in grado di applicare il protocollo sanitario e di assicurare quello che si pone, ossia di creare tutte le condizioni di salvaguardia della salute e di sicurezza”.

Coronavirus, squadra decide di retrocedere per scelta: “non ci sono i soldi”

Coronavirus, le novità sull’autocertificazione: per le visite ai congiunti subentra la privacy [DETTAGLI]

Coronavirus, l’Italia ripartirà ad ondate. Colao spiega la fase 2: “Regole diverse da regione a regione”