“Credo che i grandi calciatori debbano giocare in Champions, al Milan non era possibile”: frecciata di Suso

Suso dovrebbe rimanere al Siviglia. Intanto lo spagnolo lancia frecciate al Milan: "I grandi calciatori devono giocare in Champions e lì non era possibile"

Suso dovrebbe rimanere al Siviglia. In caso di stop definitivo della Liga, infatti, gli andalusi sarebbero qualificati di diritto alla prossima Champions League e scatterebbe automaticamente l’obbligo di riscatto previsto. Intanto lo spagnolo si toglie qualche sassolino dalla scarpa e non lesina frecciate al Milan: “Credo che i grandi giocatori debbano giocare in Champions e al Milan questo non era possibile, siamo arrivati al massimo in Europa League”, ha detto intervenendo a ‘Casa Sky Sport’.

Suso ha poi rivelato di essere stato vicino ad altri due club italiani in passato. La Fiorentina: Ci fu un incontro con il presidente, il direttore sportivo e il mio agente: in segno di rispetto decidemmo di ascoltare la loro proposta. Montella è un tecnico che mi è sempre piaciuto, è uno che parla poco ed è pure bravo”. E l’Inter: “Sì è vero, parlai con Spalletti che è un grande allenatore, mi voleva. Di buono c’era che non avrei dovuto cambiare casa restando a Milano, questo sì”.

Serie A, i club chiedono un incontro con il premier Conte: in ballo c’è la ripresa della stagione

Calciomercato, scambio Juventus-Barcellona. Ritorni per Inter e Bologna, inserimento della Samp