Il giorno dei fantasmi per l’Inter, 5 maggio 2002: le lacrime di Ronaldo e lo scudetto sfumato

Torna l'appuntamento con la nostra rubrica "Accadde oggi". Parliamo del 5 maggio 2002, data in cui l'Inter vide sfumare uno scudetto a vantaggio della Juve

CalcioWeb

Il 5 maggio 2002 è una data che gli appassionati di calcio ricordano molto bene. In particolare questa data evoca ricordi negativi nella mente degli interisti. Ad una giornata dalla fine, l’Inter di Hector Cuper aveva un punto di vantaggio sulla Juventus e due sulla Roma. Ultima partita all’Olimpico contro la Lazio, già fuori dalla zona Champions e apparentemente senza stimoli. L’Inter passò in vantaggio con un gol di Bobo Vieri, venne raggiunta dal ceco Poborsky e tornò avanti con Gigi Di Biagio. A fine primo tempo arrivarono i primi segnali funesti: incredibile errore di Gresko e pareggio di Poborsky. Nella ripresa l’Inter crollò sotto i colpi di Diego Pablo Simeone e Simone Inzaghi per il 4-2 finale. La Juve, che aveva liquidato la pratica Udinese con i gol di Trezeguet e Del Piero, inizia a fare festa. A Roma, i giocatori dell’Inter scoppiano in lacrime. Eloquente e storica è l’immagine di Ronaldo che piange in panchina, simbolo di una squadra che ha visto infrangersi i suoi sogni.

Condividi