Lecce, Liverani tuona: “Contrario a playoff e 5 cambi. In estate il calcio è impraticabile in Italia”

L'allenatore del Lecce, Fabio Liverani, si dice contrario al calcio d'agosto, tra playoff e 5 cambi: "A Lecce alle 16.30 a luglio è impossibile"

“Per noi sarà come scalare l’Everest. Abbiamo costruito una rosa per giocare una volta a settimana, oggi ci troviamo praticamente di fronte alla prospettiva di un Mondiale o di un Europeo, con 12 partite in 40 giorni. Le preoccupazioni sono molto più alte. Cinque cambi a partita? Io sono contrario, è ancora di più un vantaggio per chi ha rose extralarge. E poi va a cambiare un protocollo che non era così all’inizio… Anche per quanto riguarda i playoff sono contrario, il calcio è partito con delle regole, le cose non vanno cambiate in corsa”. Queste le parole, a Rai Radio 1, dell’allenatore del Lecce Fabio Liverani.

“Giocare alle 16.30, a Lecce, il 10 luglio…anche un bambino di otto anni capisce che è impossibile. Ci sono altre situazioni e altri interessi che esulano dal mio mondo. Secondo il mio parere quell’orario tra giugno, luglio e agosto è quasi impraticabile. Saranno partite senza ritmo, senza intensità. Se a quell’ora nel periodo estivo nel calcio non si gioca, un motivo ci sarà”.

Altre indiscrezioni sul protocollo per la ripresa: rimane la quarantena di gruppo in caso di singola positività

Spadafora allo scoperto: “Ecco le due date per la ripartenza. E sulle partite in chiaro…”

La FIGC gioca d’anticipo: è già stato inviato il protocollo per la ripresa al ministro Spadafora

Ripresa Serie A, Corvino: “Non ne possiamo più del calcio parlato. Il pallone riparta come tutte le imprese”