La finale di Istanbul, Milan-Liverpool 3-3: la notte dei fantasmi per i rossoneri

Torna l'appuntamento con la nostra rubrica "Accadde oggi". Parliamo del 25 maggio 2005, data della stregata finale di Istanbul Milan-Liverpool

Per la rubrica “Accadde oggi“, giornata triste per i tifosi milanisti. Ricorre infatti il 15° anniversario della finale di Istanbul contro il Liverpool. Una notte turca da dimenticare per la squadra di Carlo Ancelotti. E pensare che la serata era iniziata come meglio non si poteva. Passò meno di un minuto e Maldini, su assist di Pirlo da calcio di punizione portò in vantaggio il Milan. Al 38′ i rossoneri trovarono addirittura il 2-0 con un contropiede magistrale gestito da Kaká e Shevchenko e chiuso da Crespo. Delirio dei tifosi del Milan al 43′ quando Kaká lanciò a campo aperto Crespo che batté Dudek in uscita con un tocco morbido. All’intervallo è 3-0 e partita apparentemente chiusa.

E, invece, nella ripresa 6 minuti di follia regalarono uno dei dispiaceri più forti al Milan e ai suoi tifosi. Al 55′ fu Gerrard a battere di testa Dida. Passa un solo minuto ed è Smicer a fare 3-2. I fantasmi del Milan si materializzano quando Gattuso stende Gerrard e l’arbitro fischia il rigore. Xabi Alonso si fa respingere il penalty da Dida ma insacca sulla ribattuta. Nei supplementari arriva un sussulto quando Shevchenko ha una doppia clamorosa occasione ma colpisce due volte Dudek. Nella serie finale di rigori il Milan inizia male con gli errori di Serginho e Pirlo e i segnali che sembravano negativi diventano funesti quando a sbagliare è Shevchenko regalando la Champions al Liverpool. Due anni dopo ad Atene il Milan si prenderà la sua rivincita battendo i Reds 2-1 con la doppietta di Pippo Inzaghi, prima del gol della bandiera di Kuyt.