“Nessuno si prende le proprie responsabilità”, Diaconale spiega i dubbi sulla ripresa della Serie A

Arturo Diaconale, responsabile della comunicazione della Lazio è tornato ad affrontare l'argomento della ripresa del campionato di Serie A

Arturo Diaconale, responsabile della comunicazione della Lazio ha attraversato settimane difficili dopo la delicata operazione chirurgica. Adesso è tornato a parlare della ripresa della Serie A ai microfoni di Radio Punto Nuovo.

 “Un po’ strumentale e privo di sostanza non far ripartire. Mi auguro passi questa fase di pregiudizi, che come tutti i pregiudizi, spesso sono infondati”. Sulle minacce di morte ricevute: “Esistono leoni da tastiera che restano nelle proprie stanze, perdono ogni contatto con la realtà. Uno non può pretendere di essere amato dal mondo, ma da lì a scrivere certe cose, ce ne passa. La ripartenza del calcio? Nessuno si prende le proprie responsabilità. Il pericolo esiste fin quando non ci sarà il vaccino. Bisogna anche avere la capacità di compiere delle scelte, senza causare danni”. 

Spadafora: “Valutiamo curva contagi per la ripresa. Positività di un calciatore? Vi spiego”

UEFA, le ipotesi per concludere Champions ed Europa League: gare uniche e final four [DETTAGLI]