Riapertura stadi in Italia, non solo Agnelli: “I club chiedono ingressi tra il 10 e il 25% per metà luglio”

Riapertura stadi in Italia, non solo Agnelli: sarebbero stati diversi i club di Serie A a chiedere iniziali ingressi limitati per metà luglio

Decisa la ripartenza, occorre il prossimo passo: la riapertura degli stadi in Italia.  Non bisognare farlo subito, chiaramente, ma è necessario iniziare a pensarci e a programmare. Avevamo già scritto qualcosa ieri su queste pagine  qualcuno ha cominciato a parlarne nei giorni scorsi. L’ultimo intervento è stato quello di oggi della virologa Gismondo (“Se è stato concesso il permesso per gli spettacoli all’aperto, perché tanti timori per gli stadi?”), mentre  il presidente della Juventus Andrea Agnelli avrebbe chiesto al Governo un’apertura parziale degli impianti.

Non è il solo, a quanto pare. Secondo quanto si legge su ‘La Stampa’, infatti, sarebbero stati diversi i club di Serie A a muoversi. Come riferisce il noto quotidiano, le società starebbero preparando un piano al Governo affinché si possano riaprire gli stadi tra il 10 e il 25% della capienza per la seconda metà di luglio.