La ripartenza in Cina, Paolo Cannavaro: “ristoranti, palestre e barbieri: ecco come funziona”

Paolo Cannavaro sta vivendo la situazione del Coronavirus in Cina. Le indicazioni che riguardano ristoranti, palestre e barbieri

L’Italia ha deciso di ripartire, da oggi riaprono parrucchieri, ristoranti, bar, negozi e altre attività. La Cina ha già passato questo momento, Paolo Cannavaro ha spiegato la situazione a TMW, il collaboratore tecnico del Guangzhou, racconta tutto nel dettaglio intervistato per la rubrica “A tu per tu”.

“Ristoranti? Sei una persona libera, puoi fare la tua vita. Ovunque vai però devi compilare un foglio o scaricare l’applicazione dove dichiari che sei stato in quel determinato posto. Tramite i controlli risalgono alle frequentazioni. Palestra? Bisogna indossare le mascherine all’ingresso, poi in qualsiasi locale vai trovi l’igienizzante e ti misurano la temperatura corporea. In palestra dopo l’utilizzo degli attrezzi sei obbligato a disinfettarli e l’accesso è limitato ad un determinato numero di persone. Il barbiere? Si va per appuntamento con degli indumenti monouso dei quali poi bisogna spogliarsi. E ci si può sedere dopo che il posto viene sterilizzato”.

“Non si può essere responsabili per ciò che accade al di fuori del campo”, il medico dell’Inter sul protocollo

Notizie del giorno – Lutto e tragedia nel mondo del calcio, Del Piero in ospedale, giocatore nei guai

Gianni Comandini, dalle due reti nel derby Inter-Milan a musica e surf: ecco che fine ha fatto