UEFA, il piano per il rilancio del calcio mondiale: riallineare i calendari fino al Mondiale 2022 [DETTAGLI]

La UEFA ha pronto il piano B. Il massimo organismo del calcio europeo pensa di riallineare i calendari fino al 2023: tutti i dettagli

Sono settimane decisive per il calcio italiano ed internazionale. In attesa di conoscere che ne sarà della stagione 2019/2020, la UEFA sta prendendo in considerazione un piano per riallineare i calendari fino al Mondiale 2022. L’azienda Hypercube, partner del massimo organismo calcistico europeo, ha elaborato un nuovo calendario che terminerebbe il suo percorso nell’agosto 2023, per poi ritornare alla classica stagione sportiva.

La stagione 2020/21 partirebbe a fine dicembre terminando a novembre 2021 – tenendo conto sempre degli Europei -. La stagione successiva inizierebbe, invece, da metà dicembre 2021 per terminare il 1 novembre 2022 – pochi giorni prima dell’inizio dei Mondiali in Qatar, che termineranno il 18 dicembre. La stagione 2023, infine, si svolgerebbe da gennaio a metà luglio. Infine via all’annata 2023/24 a partire metà agosto.

Ad essersi espresso sull’argomento ai microfoni del ‘The Sun’ è Pieter Nieuwenhuis, direttore di Hypercube: “Questo è il modo migliore per decidere tutte le competizioni sul campo alleviando le pressioni a club e associazioni. Il nostro piano è finanziariamente fattibile e questo piano pluriennale eviterà molti fallimenti. Abbiamo calcolato tutto. Richiede un finanziamento di circa 7 miliardi di sterline in tutta Europa, il che può sembrare tanto fino a quando non si considera che il fatturato di un top club europeo è di circa 30 miliardi di sterline all’anno”.

La Germania gioca nettamente d’anticipo: “Accordo raggiunto, il calcio può riprendere a metà maggio”

Ripresa Premier League, la nuova idea dall’Inghilterra [DETTAGLI]