Estorsioni e violenza privata a Preziosi e al Genoa: indagati 15 ultras

E' partita un'indagine su 15 ultras del Genoa per una presunta estorsione nei confronti del presidente Preziosi, ecco quello che è emerso

Arrivano pesanti accuse nei confronti di una quindicina di ultras del Genoa: associazione a delinquere, estorsioni, violenza privata e intestazioni fittizie. Come riporta l’Ansa il gruppo avrebbe estorto denaro, ma anche altre utilità al presidente Preziosi, in cambio di una pace da parte della tifoseria organizzata, ormai in contestazione. L’indagine copre gli anni dal 2005 ad oggi, sono emersi episodi di violenza fisica e psicologica, dentro lo stadio e fuori verso calciatori, parte della tifoseria e dipendenti.

Calciomercato, la Juventus pensa a Dembelé. Portiere all’Atalanta, contropartite al Genoa e difensore alla Samp

Nuove scintille tra presidente e attaccante, “È un mercenario”. La replica: “Frasi offensive”

Cancellato il club nato 70 anni fa, cambio nome e trasferimento a 1000 km: i tifosi insorgono