Le notizie del giorno – Il calciatore positivo prima del paziente 1, blitz in Serie A e le partite vietate

Le notizie del giorno, gli ultimi aggiornamenti che riguardano il calcio italiano e non solo. Tutti i dettagli sul mondo del pallone

Le notizie del giorno –  Era già successo di recente ad altri club brasiliani, ma questa volta è il turno del Vasco da Gama. Dopo i test a tappeto all’interno del club, tra calciatori e staff, emerge un numero importante di persone risultate positive al Coronavirus. Questo l’annuncio della società tramite il proprio sito ufficiale. “In totale, abbiamo esaminato circa 250 persone, sono stati eseguiti 350 test, più di 100 famiglie esaminate”. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

In Francia sono andate in scena delle partite proibite nelle ultime settimane che, ovviamente, hanno creato più di qualche discussione. Gaëtan Laborde, attaccante del Montpellier ha confermato di aver partecipato ad una di quelle gare, attraverso un post pubblicato su Instagram. “Lo confermo. L’amore per il calcio è stato più forte. Quando ho visto che avevamo attirato molta gente e l’arrivo della polizia, ho capito immediatamente che non era stata una buona idea”. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

Un racconto da brividi quello di Virgil Van Dijk. L’attuale difensore del Liverpool ha rischiato di morire nel 2012, quando giocava nel Groningen. Il tutto iniziò con dolori fortissimi all’addome. La madre, preoccupata, gli fece fare degli esami dai quali venne fuori una rottura dell’appendice, che aveva provocato anche una peritonite e un’infezione renale. I medici lo operarono d’urgenza. Non si sapeva se sarebbe uscito vivo da quella sala d’ospedale, tant’è che i medici gli chiesero di scrivere le ultime volontà“Ricordo ancora com’era stare stesi in quel letto. Riuscivo a vedere soltanto tubi penzolanti fuori dal mio corpo. In un momento simile ti ronzano per la testa le cose peggiori. La mia vita era in pericolo, io e mia madre pregammo e discutemmo di ciò che poteva succedere. A un certo punto dovetti firmare alcune carte, era una specie di testamento” ha raccontato il difensore olandese al ‘Daily Mail’. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

Una rivelazione shock quella di Xhoni Mustafaraj, calciatore classe 2002 della Pergolettese, a proposito del Coronavirus. Il calciatore di origini albanesi, che vive a Lodi con la famiglia, potrebbe essere stato malato di Coronavirus prima del cosiddetto paziente 1 di Codogno, individuato il 20 febbraio scorso. Lo ha rivelato lo stesso Mustafaraj a ‘Le Iene’“Era sabato primo febbraio, ho giocato e fatto anche un goal, dopo però ho iniziato a sentirmi male, avevo 38 e mezzo di febbre, soprattutto facevo fatica a respirare e non ce la facevo a muovermi. I miei genitori mi sono venuti a prendere, mi hanno portato letteralmente in braccio a letto e poi hanno chiamato il 118, mi hanno ricoverato nella notte”. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO).

In attesa della ripresa della Serie A, si stanno portando avanti tutte le dovute verifiche per le squadre di Serie A.  Dopo Fiorentina, Lazio, Lecce, Milan, Napoli e Roma si sono verificate ispezioni per il rispetto dei protocolli sanitari da parte dei club professionisti, oggi è stato il turno di Inter e Cagliari. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

Coronavirus, il pagellone di CalcioWeb: da Spadafora a Lotito, da Gravina a Tommasi, da Cellino e Ghirelli fino a Conte e gli Ultras, come il calcio ha affrontato la pandemia

Serie A, ecco il calendario della ripartenza: si riprende con Torino-Parma, tutte le date e gli orari

Manifestante gli rompe il finestrino dell’auto: ex giocatore lo prende a calci e pugni [VIDEO]

La pazzia dell’attaccante: 600 km in bicicletta per firmare il nuovo contratto

 “Mi hanno impedito di pagare l’alloggio a 200 braccianti di colore”: la denuncia dell’ex Serie A [FOTO]

“Maradona chiamò sua figlia Giannina perché mi amava, vorrei riabbracciarlo”: la confessione della Nannini

Il calciatore si impunta: “No al taglio dello stipendio, sono un padre di famiglia”