Loris Karius, le papere per colpa di un trauma cranico. Il Besiktas vuole liberarsene, ma le tifose lo amano

Si rinnova il classico appuntamento con la nostra rubrica "L'uomo del giorno". Protagonista di oggi è Loris Karius, portiere tedesco del Besiktas

Cresciuto nel Mainz, Karius è passato al Liverpool nel 2016, diventando protagonista (suo malgrado) della finale di Champions 2017-2018. Karius fu autore di due clamorose papere: provoca il gol del vantaggio del Real Madrid rinviando addosso a Benzema con le mani e si fa sorprendere su una conclusione dalla distanza di Gareth Bale, centrale ed innocua, sulla rete del definitivo 3-1. Errori che, secondo alcuni, potrebbero essere stati causati da uno scontro con Sergio Ramos che avrebbe lasciato delle ripercussioni sul portiere tedesco. Il 26 agosto 2018 passa in prestito biennale al Besiktas, in Turchia, dove continua a regalare errori in serie, tanto da essere stato scaricato dal tecnico Gunes: “C’è qualcosa che non va in lui, ha un problema e la squadra ne risente. Prendiamo gol per colpa sua”. Karius ha recentemente dichiarato di non essere stato pagato dal Besiktas per alcune mensilità. Invitato alla finale di Champions 2018-2019 tra Liverpool e Tottenham, Karius ha preferito rinunciare, rimanendo in vacanza a Mykonos con la fidanzata Sophia Thomalla.

Nel referto del 31 maggio, i dottori Ross Zafonte e Leonor Herget che hanno visitato Karius, scrissero: “Il sig. Karius ha subito un trauma cranico durante la partita del 26 maggio. Al momento della nostra valutazione il sig. Karius presenta sintomi residuali i quali dimostrano che dopo il contatto esistevano palesi disfunzioni visive e di orientamento che hanno inciso sulla sua efficienza e sulla sua prestazione e che necessitavano di un intervento immediato”. Il contatto incriminato è quello con Sergio Ramos: lì per lì Karius fece cenno alla panchina di star bene, ma il sospetto che qualcosa lo abbia disorientato c’è.

Ora nessuno vuole Karius. Il Besiktas sta infatti facendo di tutto per non dover rispettare l’obbligo di acquisto stabilito due estati fa con il Liverpool. L’accordo prevede il riscatto obbligatorio per dieci milioni di sterline nel caso in cui il tedesco avesse giocato entrambe le stagioni in Turchia. E per evitarlo, il Besiktas è pronto a offrire la rescissione consensuale. Un’idea condivisa anche dallo stesso calciatore anche se in Turchia Karius è diventato l’idolo delle tifose. Il portiere tedesco è stato ribattezzato ‘Casanova per il suo bell’aspetto. Sulla questione, Karius si è espresso ai microfoni del sito ‘Fanatik’: “Non avevo molti fan in Inghilterra, adesso invece posso dire che possiedo molte ammiratrici qui in Turchia. Ogni volta che passeggio per le strade di Istanbul, ogni ragazza che mi riconosce vuole una fotografia con me. Questo è davvero bello”.