“Mi hanno impedito di pagare l’alloggio a 200 braccianti di colore”: la denuncia dell’ex Serie A [FOTO]

La denuncia dell'ex attaccante di Serie A: "Gli alberghi mi hanno impedito di pagare l'alloggio a 200 braccianti di colore"

Una denuncia sui social molto grave quella di Keita Baldé Diao, ex attaccante di Lazio e Inter. Attraverso il proprio profilo Instagram, il senegalese ha voluto rendere nota una vicenda che lo ha coinvolto in prima persona e che è chiaramente un episodio di razzismo. L’attaccante si era proposto di pagare l’alloggio a 200 braccianti senza un tetto ricevendo, però, parecchie risposte negative da parte di alberghi e ostelli. Il tutto è avvenuto a Lleida, in Catalogna, sua regione d’origine. “Siamo in un sistema sgradevole e brutto in cui affittare una casa o altro genera problemi per il colore della pelle o per il fatto di essere di un altro Paese. Non mi arrenderò e manterrò la mia promessa costi quel che costi! Vi chiedo un po’ di pazienza e forza”. Con l’aiuto dell’attività anti-razzista Nogay Ndiaye, Keita aveva provato a fare la sua parte. In basso il POST.

Keita