“Lo hanno rapito gli alieni, gli hanno analizzato l’anima”: l’incredibile racconto sull’assenza del calciatore

Incredibile racconto sull'assenza di un calciatore all'allenamento: "Lo hanno rapito gli alieni e gli hanno analizzato l'anima"

Assenze per diversi motivi quelle dei calciatori agli allenamenti. Ma questa non l’avevamo ancora sentita. Un giocatore non si è presentato alla seduta perché lo hanno rapito gli alieni. A raccontare l’incredibile giustificazione è Gustavo Lorenzetti, calciatore del Deportes Iquique ed ex Universidad de Chile, che, a ‘Lado B’, ha svelato il retroscena sull’ex compagno Guillermo Marino. Vittorioso in Copa Libertadores con il Boca Juniors nel 2007, Marino una volta saltò l’allenamento, facendo arrabbiare non poco il tecnico Jorge Sampaoli, all’epoca dei fatti allenatore dell’Universidad de Chile.

Ma il bello è venuto quando Marino ha giustificato la sua misteriosa assenza: “Ci ha detto che si è perso e a che a un certo punto gli alieni l’hanno portato via. Ci ha spiegato come si è sentito e tutto il resto, dicendoci che ti tolgono l’anima, la analizzano e che durante tutto il viaggio ti accudiscono. Ci sono in casi in cui un giocatore se ne esce con storie simili, ma Guillermo non è quel tipo di persona. È uno serio, è credente, tutti quanti lo conoscono. Io agli alieni ci credo, lui ha spiegato benissimo cosa gli è successo e quindi gli abbiamo creduto. Non so se Guillermo ha raccontato a Sampaoli la stessa storia, del resto avranno anche parlato del perchè della sua assenza. E conoscendo Guillermo, credo che il mister gli abbia creduto. Che dire, roba da Discovery Channel”, chiosa Lorenzetti. E sì proprio…cose dell’altro mondo.

Jurgen Klopp, dal trapianto di capelli al tradimento alla moglie. Il pianto con Kagawa e gli show in conferenza