Serie A, il responsabile dello staff medico del Bologna: “c’è il rischio sospensione”. Su Mihajlovic…

Il dottor Gianni Nanni, responsabile dello staff medico del Bologna e coordinatore dei medici sportivi della Serie A ha parlato della ripresa

Manca veramente poco alla ripresa del campionato di Serie A. Ma sono ancora tante le incertezze, soprattutto quella che riguarda la quarantena in caso di nuova positività. Il dottor Gianni Nanni, responsabile dello staff medico del Bologna e coordinatore dei medici sportivi della Serie A, intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport ha parlato del protocollo per la ripresa.

“Il dimezzamento della quarantena non spetta a noi deciderlo, bensì al Governo. Potrà essere alleggerito se le cose miglioreranno, altrimenti la situazione peggiorerebbe. Il rischio sospensione del campionato è ancora presente, dal momento che in caso di positività si manda in isolamento il contagiato e in ritiro la squadra per 15 giorni. Visto che si giocherà ogni 3 giorni, salteranno cinque partite: è matematica”.

IL PUBBLICO – “Considerando che stanno riaprendo cinema a teatri, non vedo perché non debbano riaprire con gradualità anche gli stadi. Va fatto per gradi, ma sarebbe un bel progresso”. 

SU MIHAJLOVIC – “Ogni volta che lo vedo correre sul campo mi sfrego gli occhi, provando una felicità senza fine. Ricordo i giorni della preoccupazione, delle analisi e di tutto il resto. Oggi Sinisa dirige gli allenamenti con la sua solita autorità, ciò che ha fatto vale più di mille parole”.

Centrocampista positivo al Coronavirus organizza tre feste: rischia una stangata [NOME e DETTAGLI]