Spadafora: “domani si risolve la questione quarantena”, c’è l’accordo anche per le partite in chiaro

Il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora ha fornito importanti indicazioni che riguardano la quarantena e le partite in chiaro

“Da quando ieri pomeriggio ho letto il verbale del Cts, che mette nero su bianco quanto la proposta Figc sia valida dal punto di vista medico-scientifico ma non compatibile col Decreto Legge del 16 maggio, sto lavorando, con il ministro Speranza, per superare il problema normativo che è emerso, e che di certo non ho creato io”. Sono le dichiarazioni del ministro dello sport, Vincenzo Spadafora che annuncia all’ANSA la soluzione per la quarantena. “I miei uffici, in contatto con quelli del Ministero della Salute, hanno vagliato tutte le ipotesi per cercare quella più veloce ed efficace, e speriamo di chiudere con un atto amministrativo già domani”.

PARTITE IN CHIARO – “Abbiamo tutti lavorato per raggiungere un obiettivo comune, e da quel che mi risulta su questo stasera si può chiudere un ottimo accordo, frutto della disponibilità di tutti i soggetti coinvolti, che ringrazio”.

Delle parole di Spadafora ha parlato il presidente della FIGC Gabriele Gravina, intervenuto al microfono di Rai Sport prima della finale di Coppa Italia: “Ho sentito poco fa il Ministro, che mi ha preannunciato un grande impegno, come previsto, su questa quarantena trasformata in quarantena soft. E’ una bella notizia, per noi dirigenti e per tutti gli appassionati di calcio”.

Uefa, le decisioni ufficiali su Champions ed Europa League: date, orari e luoghi partite