Vent’anni fa il golden goal di Trezeguet beffava l’Italia: Francia sul tetto d’Europa

Torna il nostro classico appuntamento con la rubrica "Accadde oggi". Parliamo del 2 luglio 2000, data triste per la Nazionale italiana, beffata da Trezeguet

Il 2 luglio 2000 rievoca una data infausta per la Nazionale italiana: la Francia beffò gli azzurri nella finale dell’Europeo. Una finale conquistata soffrendo contro l’Olanda, con Toldo assoluto protagonista: prima due rigori neutralizzati in partita, poi ancora uno nella serie finale (con due errori degli Oranje). Francia che aveva superato il Portogallo con il golden goal su rigore di Zidane. Una finale attesissima, rivincita di quel quarto di finale del Mondiale che solo due anni prima aveva fatto piangere gli azzurri.

L’Italia si difende bene per tutto il primo tempo. Al 55′ gli azzurri passano: tacco di Totti per Pessotto, cross in mezzo e gol di Marco Delvecchio. La partita inizia a girare male tre minuti dopo quando Del Piero ciabatta una conclusione, tutto solo davanti a Barthez. E’ l’inizio della fine. L’Italia resiste stoicamente fino a quel maledetto ultimo minuto: sponda di Trezeguet per Wiltord e sinistro a incrociare a battere Toldo. L’imponderabile succede al 103′: Pires se ne va sulla sinistra, mette un pallone arretrato per Trezeguet che con il sinistro gira sotto la traversa. Per l’assurda regola del golden goal (per fortuna poi rimossa), si infrange un sogno.

La Francia è campione d’Europa. Una vittoria che sembrava già nostra e invece si era materializzato un incubo. Una delle tante serate maledette per la nostra Nazionale, che saprà prendersi la rivincita nel 2006, quando proprio Trezeguet sbaglierà il rigore decisivo nella finale di Berlino, regalandoci una delle gioie più grandi di sempre.