Julio Cruz e il retroscena con Mihajlovic: “Arrivammo a litigare dopo due o tre colpi suoi…”

'El Jardinero' Julio Cruz racconta un episodio avvenuto con Mihajlovic ai tempi in cui i due erano avversari prima di ritrovarsi all'Inter

In questo periodo, di Sinisa Mihajlovic si è parlato molto. La malattia, combattuta da grande guerriero come da sua abitudine, il battibecco con Caressa, le battute con Gattuso e il sogno – rimasto tale – Ibrahimovic. E pensare che, prima della grande amicizia attuale tra i due, era stato un litigio in campo a farli conoscere. Stagione 2004-2005, Sinisa in nerazzurro e Zlatan in bianconero. Dopo uno scontro di gioco, lo svedese colpì con una testata il serbo e si prese tre giornate di squalifica. A raccontare quell’episodio, ai microfoni della Gazzetta dello Sport, è il mattatore di quel match: Julio Cruz. L’attaccante, allora all’Inter, con una zuccata decise la sfida per 0-1 in favore della sua squadra.

“Battemmo la Juventus a Torino con un mio colpo di testa, lo ricordo bene. Fu una giornata molto bella e sì, ci fu quel fuoriprogramma fra i due, arrivarono addirittura fronte a fronte e partì una testata di Ibra. Beh, del resto non sono mai stati due giocatori leggeri: carattere, forza e personalità sono stati sempre dentro il loro modo di intendere la vita. Sinisa, poi, quando giocava si faceva sentire. E pure un bel po. Per esempio, quando lui giocava nella Lazio arrivammo, dopo due o tre colpi suoi, a litigare. Insomma, cose che ci stanno nel calcio. Ma il bello di questo sport è proprio che subito dopo il campo, o magari qualche anno dopo, si può anche sviluppare un’amicizia profonda. Io e Sinisa, per esempio, abbiamo un bellissimo rapporto. Ibra e Sinisa, poi, credo molto di più e questo a dimostrazione che l’intelligenza delle persone porta a far sì che tutto ciò che succede in gara sia un episodio a sé. Il calcio è una cosa, la vita un’altra”.

Gattuso e Mihajlovic, una foto e 4 palle così!