Juventus, Sarri nel post gara: Scudetto, Champions, futuro e la staffetta Dybala-Higuain

Le parole del tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, al termine della sfida vinta dalla sua squadra contro la Lazio allo Stadium

L’allenatore della Juventus Maurizio Sarri ha parlato a Sky Sport al termine del match vinto dai bianconeri contro la Lazio. Queste le sue parole.

“Se inizio a ‘sentire’ lo Scudetto? E’ come avere un’opportunità da gol: se lo fai, vai in gol. Altrimenti niente. Mancano 4 punti, 4 partite, in questo momento tutti i punti sono da sudare e sono difficili. Rigiochiamo tra 3 giorni, poi ancora tra 3 giorni. Dobbiamo rimanere sul pezzo e fare questi punti che mancano. Se resto? Per forza, ho un contratto“.

Ronaldo? Cristiano quando sente l’odore è un giocatore impressionante, ha la capacità di avere un recupero tra una partita e l’altra straordinario. Parlo dell’aspetto mentale: ha un eco incredibile, potrebbe andare in difficoltà ma recupera in maniera stupefacente. Fuoriclasse nei piedi, ma anche probabilmente nella testa”.

La Champions? Spero ci siano partite in cui saremo in vantaggio, ma ho dubbi. Il calo non dovrebbe succedere… ma come parliamo di un finale strano, anche quello della Champions sarà strano. Ci sono squadre che sono in pre campionato, altre che arrivano dal campionato. Una sosta che poi a molti ragazzi è costato molto dal punto di vista mentale, con rumore d’ambulanze e mille morti al giorno e non è stato rilassante. Estremamente eterogenea da un paese all’altro. Ora ci dobbiamo focalizzare sull’ottavo di finale per raggiungere la final 8 che è importante. Prima chiudiamo il campionato nella maniera giusta, poi focalizzati sull’ottavo perché non sarà semplice”.

“I gol subiti? Quest’anno abbiamo preso anche 12 rigori contro, straordinariamente alto perché è straordinariamente alto il numero di rigori assegnato. Molti gol li abbiamo presi staccando la spina, quando eravamo in vantaggio”.

Perché Higuain e non Dybala? Dipende dall’avversario. Gioca Paulo se pensiamo di portare fuori una difesa, gioca Gonzalo se serve profondità. Poi ci si concentra anche su chi sta bene fisicamente, mentalmente, su chi deve tirare il fiato. Tutto lì”.

Juve: vittoria, sorrisi e schiarite sul futuro. Paratici: “Sarri e Ronaldo con noi anche il prossimo anno”

Lazio, Inzaghi: “Non mi sembra sia braccio quello di Bastos. Lukaku punito? Serve rispetto”

Juventus-Lazio 2-1, le pagelle di CalcioWeb: Dybala-Ronaldo che spettacolo, Luiz Felipe e Bonucci da denuncia [FOTO]