Juve, Sconcerti: “scontri di carattere importanti nello spogliatoio. La dirigenza ha parlato alla squadra di Sarri…”

Mario Sconcerti ha fornito importanti indicazioni sul rapporto tra lo spogliatoio della Juventus e l'allenatore Maurizio Sarri

La Juventus ha effettuato uno scatto, forse decisivo, per la vittoria dello scudetto. Ma non mancano i dubbi, dal rapporto della squadra con il tecnico Sarri ed in generale sul bilancio della prima stagione con l’allenatore ex Napoli e Chelsea. Mario Sconcerti ha fatto il punto su ‘Il Corriere della Sera’. “Dicono che stia diventando la Juve di Sarri. A me sembra sempre più la Juve delle individualità. E credo che una lunga discussione tra il tecnico, il club e i giocatori abbia partorito questa situazione di compromesso: la squadra fa ciò che la diverte”.

LO SPOGLIATOIO “Ci sono stati scontri di carattere importanti dentro lo spogliatoio. Sarri era stato dichiarato inappropriato per gestire un gruppo di principi. Troppo sincero, troppo brusco, qualche volta brutale. Sarebbe a febbraio intervenuta la società a rassicurare i giocatori: sopportassero fino a fine stagione. Ma il lockdown ha cambiato quasi tutto. Alla fine della Champions o ci sarà la Coppa o mancherà il tempo per cercare un candidato. Forse è anche questo che ha portato la Juve a tesserare Pirlo come proprio tecnico, sia pure per la squadra Under 23. Una specie di piccola assicurazione interna. Di sicuro la fine delle discussioni tattiche e personali ha dato chiarezza e circoscritto Sarri in un ruolo più solitario e diverso per lui che è l’ultimo degli antichi maestri”.

Allegri: “sto cercando un club vincente. Ho rifiutato il Real Madrid per la Juventus”